Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  grandi eventi  ›  carnevale  ›  mamoiada

Carnevale di Mamoiada

 
info
I sonazos, campanacci tipici della maschera dei Mamuthones
Mamuthones e Issohadores
A Mamoiada, paese del centro della Barbagia, situato a poca distanza dal massiccio del Gennargentu e dal Supramonte di Orgosolo, il fascino e l'atmosfera del Carnevale attirano ogni anno migliaia di turisti.
I sonazos, campanacci tipici della maschera dei Mamuthones
Le maschere del Carnevale mamoiadino
Il carnevale di Mamoiada è uno degli eventi più celebri del folclore sardo. Le maschere tradizionali di questo carnevale sono i Mamuthones e gli Issohadores, che fanno la loro apparizione in occasione della festa di Sant'Antonio tra il 16 e il 17 gennaio, poi la domenica di carnevale e il martedì grasso.
Galleria fotografica
  • Mamoiada, attesa e concentrazione delle maschere
  • Mamoiada, gli Issohadores durante la sfilata
  • Mamoiada, gli Issohadores lanciano il lazzo sulla folla
  • Mamoiada, i campanacci risuonano tra le vie del paese
  • Mamoiada, i campanacci sulle spalle di un Mamuthone
Storia dell'evento
Le origini del carnevale di Mamoiada, conosciuto anche come "la danza dei Mamuthones", sono oscure, molte sono le ipotesi che sono state avanzate, nessuna effettivamente dimostrabile.
Secondo alcuni il rito risalirebbe all'età nuragica, nato come gesto di venerazione degli animali, per proteggersi dagli spiriti del male o per propiziare il raccolto.
Contatti
Comune di Mamoiada
corso Vittorio Emanuele III 50, Mamoiada
tel. 0784 56023
fax 0784 56700
sito internet: www.museodellemaschere.it

Associazione turistica Pro loco Mamoiada
Mamuthones, Issohadores e gruppo di ballo
via Sardegna 13, Mamoiada
tel. 0784 569032 - 334 5940764
fax 0784 569032
e-mail: mamuthonesmamoiada@tiscali.it
sito internet: www.mamuthonesmamoiada.it

Associazione Culturale Atzeni - Beccoi
Mamuthones, Issohadores e gruppo di ballo
via Mannu 18, Mamoiada
tel. 320 1444274
sito internet: www.mamuthones.it
Patrimonio culturale della Sardegna