pagliacci - unità 16

Su dillu a conchingiosso

Berriteddu O Pirimpí, ite faghimus oje?
Pirimpillo Che cosa facciamo? Cominciamo le lezioni di ballo sardo!
Berriteddu Oje andat própriu bene, ca apo s'organeddu. Eo sono e tue ballas.
Pirimpillo Evviva! (Berriteddu prende l'organetto)
Berriteddu Cumintzamus chin su ballu tundu...
Pirimpillo Eja! I passi del ballo tondo! (Berriteddu suona e Pirimpillo balla)
Berriteddu Pro sa prima die già andat bene!
Pirimpillo Ora voglio provare a ballare su dillu, ma con le mani... e i piedi per aria...
Berriteddu Cherzo bídere custa balentia tua...
(Berriteddu suona e Pirimpillo, a testa in giù, segue il ritmo muovendo mani e piedi... ma, mentre Pirimpillo è a testa in giù, entra l'asino e dà un calcio a Pirimpillo, che cade a terra)
Poleddu Hi-ho! Hi-ho!
Pirimpillo Ahi! Ohi! Che cos'è? Ah! E' il tuo asino! Ora... gli devi dare una bella bastonata!
Berriteddu Una surra a su poleddu?!
Pirimpillo Tu difendi il tuo asino, vero? Bell'amico sei! (piange)
(si sente la musica del Trallallero)
Berriteddu Ista allegru, Pirimpí! B'est su teatrinu!
Pirimpillo Oggi Tzia Manzela racconta la storia di un bambino sventato. Il gatto Mussi, anche lui balordo, ha tante disavventure. Povero Mussi!
Berriteddu Ajó, ajó! Andamus a bídere cust'iscena!

 

Valid XHTML 1.0 Strict