Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  letteratura  ›  postunitaria

Letteratura postunitaria

Mario Paglietti, Gli strilloni, ante 1896 Mario Paglietti, Gli strilloni, ante 1896
La cultura sarda al bivioLa creazione del Regno d'Italia spinse la Sardegna ancora di più verso il baricentro culturale della penisola italiana. La partecipazione all'unificazione e alla creazione di questa nuova nazione creò nell'isola una situazione di estremo dinamismo, ma mise anche in luce le sue debolezze strutturali dal punto di vista socio-economico.
Oscar David e Gaetano Ciuffo, copertina della rivista "Sardegna!"La letteratura in italiano In particolare nel secondo Ottocento e nella prima metà del Novecento l'italiano si impone quale lingua principale della cultura, oltre che dell'ufficialità politica. Lo spagnolo è ormai uno sbiadito ricordo, mentre il sardo arretra, nonostante la sua letteratura peculiare produca opere e figure di una sconcertante modernità come quelle di Pascale Dessanai e Peppino Mereu.
Grazia DeleddaGrazia Deledda Grazia Deledda è la scrittrice sarda più conosciuta al mondo, vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 1926. Nasce a Nuoro il 27 settembre del 1871 da un'agiata famiglia. Provvede alla propria formazione culturale, dedicandosi alla lettura delle opere più disparate, dalla Bibbia ai romanzi di Enrico Costa, fino ai grandi autori stranieri del tempo.
Antonio Gramsci Nel suo pensiero, volto alla comprensione della situazione italiana e alla possibilità di trasformarla in senso socialista, l'ideologia, la filosofia e la prassi politica trovano una profonda unità. Il valore dato al concetto di cultura, vista non più come fatto aristocratico ma come mezzo per acquisire coscienza della realtà, lo porta a elaborare la nozione di "organizzazione della cultura".
L'impegno politico Le circostanze legate al conflitto del 1915-18, e al tumultuoso dopoguerra, ebbero una notevole ricaduta in Sardegna. Grazie al reclutamento su base territoriale, un centinaio di migliaia di richiamati isolani ebbero la possibilità di sperimentare comunitariamente una vicenda atroce, straniante, ma formativa. Al ritorno, gli ex combattenti si organizzarono dando origine al Partito Sardo d'Azione.
Alghero, stazione ferroviariaI viaggiatori del Novecento Nell'aprile del 1899, alla presenza di Umberto I e di Margherita di Savoia, viene posta a Cagliari la prima pietra del palazzo municipale, mentre a Sassari viene completato il monumento al re d'Italia. Sono immagini simbolo di due città che, da qualche anno, operano per abbandonare col vecchio secolo tutta una serie di ritardi che le distanziavano dalle altre capitali del Regno.
Patrimonio culturale della Sardegna